Lifting del seno (Mastopessia)

Principio dell’intervento

Il lifting del seno viene preso in considerazione per le donne con mammelle “cadenti” che hanno perso elasticità e tonicità nel corso degli anni. Il naturale processo di invecchiamento viene favorito dalla gravidanza e dalla perdita di peso, come pure dalla predisposizione alla lassità cutanea.

Nel lifting al seno, il capezzolo sceso in basso viene riportato all’altezza normale e la pelle flaccida viene rimossa. Al contrario della mastoplastica riduttiva, il tessuto ghiandolare non viene asportato ma rimodellato. Talvolta le donne esprimono il desiderio di un maggior volume mammario; in questi casi il lifting del seno può essere abbinato all’inserimento di una protesi. L’intervento è indipendente dall’età, ma presume il completamento del processo di crescita e di sviluppo del seno (in genere dai 18 anni in poi).

Le varianti tecniche sono simili a quelle usate nella mastoplastica riduttiva: in presenza di notevole eccesso cutaneo si utilizza la tecnica classica con la cosiddetta cicatrice ad ancora o a T rovesciata; nelle donne più giovani è indicata la tecnica con la cicatrice diritta che riduce il numero di cicatrici. A volte il solo lifting del seno può anche essere eseguito con un’incisione intorno al capezzolo (la cosiddetta mastopessia periareolare).


Durata dell’intervento

2-3 ore.


Anestesia

Anestesia generale.


Degenza

Ambulatoriale o 1 notte


Decorso

Il primo cambio del bendaggio e la rimozione dei drenaggi vengono effettuati dopo 1-2 giorni, dopodiché i cerotti restano per un mese sulle cicatrici. In questo periodo occorre indossare un reggiseno sportivo giorno e notte, che poi andrà portato solo durante l’attività sportiva. Di solito si usa materiale di sutura assorbibile, così da rendere superflua la rimozione dei punti.


Rischi

Emorragie secondarie, disturbi di cicatrizzazione, infezioni, problemi cicatriziali (cicatrici in rilievo a seconda della predisposizione individuale) e disturbi della sensibilità nell’area del capezzolo, che però sono reversibili nella maggior parte dei casi.


Periodo di riposo

Lavoro: 1-2 settimane (ufficio). Attività fisica impegnativa/sport: 4 settimane. Evitare un’intensa esposizione ai raggi solari o al freddo per 6-8 settimane. Il risultato finale è visibile dopo 6-12 mesi.


Risultato

Almeno 10 anni, ma il più delle volte permanente: con un intervento di lifting le dimensioni e la forma del seno subiscono un cambiamento duraturo. Ciononostante, con il trascorrere degli anni il naturale processo di invecchiamento, le variazioni di peso e la forza di gravità si ripercuotono sulla forma del seno. In questo caso un nuovo intervento può contribuire a ringiovanirne l’aspetto.


prima / dopo


Il medico
Dr. med. Andreas Tschopp
Dr. med. Andreas Tschopp
Formulario di contatto
Dr. med. Hyunju Kim Haemmig
Dr. med. Hyunju Kim Haemmig
Formulario di contatto
Prof. Dr. Daniel F. Kalbermatten
Prof. Dr. Daniel F. Kalbermatten
Formulario di contatto

Altre offerte

Ricostruzione del seno

Negli anni passati si è riusciti a ottenere un sensibile miglioramento dei risultati nella ricostruzione grazie alla cosiddetta mastectomia con risparmio cutaneo.

Mastoplastica additiva

Oggi molte donne si concedono di realizzare il desiderio di un seno più grande e pieno. I motivi di questa scelta sono molteplici.

Mastoplastica additiva

Oggi molte donne si concedono di realizzare il desiderio di un seno più grande e pieno. I motivi di questa scelta sono molteplici.

Mastoplastica additiva

Oggi molte donne si concedono di realizzare il desiderio di un seno più grande e pieno. I motivi di questa scelta sono molteplici.

Mastoplastica riduttiva

Nell’intervento di mastoplastica riduttiva il tessuto ghiandolare viene rimosso, il capezzolo sollevato fino a raggiungere una posizione centrale e il seno intorno ad esso rimodellato.

Correzione delle cicatrici

Per via della loro posizione, delle loro dimensioni o del loro colore, le cicatrici possono essere evidenti e percepite come fastidiose. Inoltre le cicatrici possono lacerarsi e produrre ferite croniche.